sabato 5 febbraio 2011

Fascisti? Su Marte!

.
Riprendo direttamente dall'evento pubblicato su Facebook, che potete trovare qui.

di Bartleby Occupato (qui)


FASCISTI? SU MARTE!
a Bologna, 
angolo via San Petronio Vecchio e via Guerrazzi, 
sabato 5 febbraio h.20.00 - 23.30



Sabato 5 febbraio, alle 20, ci vediamo all'incrocio tra via San Petronio Vecchio e via Guerrazzi, proietteremo "Fascisti su Marte"

Questa mattina è comparsa sulla rete una pagina Facebook a firma Casa Pound Bologna che invita all'inaugurazione di un nuovo spazio in città sabato 5 febbraio. Riteniamo sia inaccettabile l'apertura di una nuova sede di Casa Pound a Bologna.
Il titolo della serata parla chiaro: entra in squadra, scrivono.
Squadra di calcio? Di basket? Di Ping pong? Di caccia?!? La divisa tenderà al nero? Magari un nero moderno, elegante... Era così anche 90 anni fa.
Meglio non farli giocare, questi menano alla vigliacca, colpiscono i più deboli, truccano le partite, fan finta di giocare e invece vogliono solo romperti le ginocchia.
L'appuntamento è in via Guerrazzi, ma il numero civico non è specificato e questa segretezza fa pensare che siano loro i primi a non sentirsi benaccetti.
Niente di più vero!
Non possiamo lasciare nemmeno un centimetro di campo libero, ad una realtà politica che nasconde, dietro la facciata di avanguardia della nuova destra, la propria identità neo-fascista. Non possiamo permettere che possa acquisire legittimità di discorso e di azione all'interno dello spazio cittadino bolognese. Non siamo disposti a stare zitti mentre un'organizzazione come questa, che in più casi si è manifestata con violente azioni squadriste ai danni di migranti, gay, studenti e militanti di sinistra, possa liberamente propagandare l'esclusione come modo dello stare insieme, la gerarchia e il comando come mezzi per imporla, la violenza come ratio immanente al proprio fare politica.
Respingerli è condizione necessaria perchè si possa continuare a cercare di costruire una città libera.
Nessuna cittadinanza per vecchi e nuovi fascismi.

Studenti e studentesse, artisti, residenti e commercianti del quartiere S. Stefano

adesioni:Associazione Ensamble Concordanze
Wu Ming
Vag 61
Collettivo Utopia
Bartleby
Tabacchi al. t.a.r di simone vitalbo
Diana via rivani 91
Lavasecco Guerrazzi
Copysystem
Felsina2 Viaggi
Caffè Accademia
Libri e Co Fondazza
Igor Libreria
Nodo Sociale Antifascista di Bologna
Popolo Trasparente
Atlantide
AntagonismoGay
Spazio Pubblico XM24
Giuseppe Genna
Comitato Williesindaco
Nicola Bonazzi (Teatro dell'argine)
alive lab
heymenclosefriends.com
Circolo Arci Sesto Senso
Rete dei comunisti
Circolo Panenka
Bologna Prende Casa
ANPI Provinciale di Bologna

mail a cui mandare le adesioni:
fascisti.sumarte@yahoo.it

--------------------------

Aggiornamento:

da Repubblica.it - Bologna (qui)
04 febbraio 2011


CasaPound, niente inaugurazionedopo le polemiche per la nuova sede

Domani sera in via Guerrazzi soltanto "un ritrovo tra amici", per sistemare il locale. Erano già state programmate due contro-manifestazioni, quelle dei residenti della zona e di un gruppo di antifascisti

Sarà solo un ritrovo fra amici, per sistemare il locale, e non più l'inaugurazione della nuova sede di casaPound, come era stato annunciato. Il gruppo di estrema destra rinuncia, dopo le polemiche sollevate dalla notizia dell'apertura della nuova sede in via Guerrazzi, e l'annuncio di due contromanifestazioni, organizzate da residenti, centri sociali e antifascisti

"La festa come l'avevamo intesa, con un aperitivo aperto a tutti i militanti e simpatizzanti, non la facciamo più- spiega Carlo Marconcini - se il problema di quei quattro pagliacci (i centri sociali, ndr), della Questura e dell'ordine pubblico di Bologna devono essere due bevute e quattro spritz, allora lasciamo perdere. Non faremo un'inaugurazione, ma saremo lì tutto il giorno a sistemare le nostre cose".

Prosegue Marconcini, che con gli altri fedelissimi di CasaPound ha invitato i loro simpatizzanti a non accorrere in massa: "A noi personalmente le minacce non interessano, sennò non saremmo neanche venuti a fare politica a Bologna. Il motivo per cui non abbiamo ancora detto il numero civico della sede, e non lo faremo neanche ora, è solo per tutelare la proprietaria dell'immobile e i nostri futuri vicini di casa". Il riferimento all'attentato incendiario del giugno 2009 nella sede di porta Castiglione.

Intanto, si moltiplicano le adesioni alla campagna "Fascisti su Marte" lanciata dal collettivo Bartleby, che protesta contro il trasloco di Casapound in via Guerrazzi. "E' evidente che non si tratta di una campagna fatta dai centri sociali", scrive il collettivo in una nota, ma "é tutto il tessuto metropolitano a muoversi".

--------------------------

Nonostante l'inaugurazione sia stata annullata l'evento di Bartleby "Fascisti? Su Marte!" rimane valido, tutti quelli che vorranno partecipare potranno farlo nei luoghi e tempi sopra indicati.

.

0 commenti:

Posta un commento

About Me

Le mie foto
Lucia
L'eco del silenzio è un luogo che nasce con l'intento di offrire, nel suo piccolo, maggiore visibilità a quelle notizie che incontro e reputo tanto interessanti quanto silenziose.
Visualizza il mio profilo completo

Etichette

#rogodilibri (8) 28 Febbraio (1) 8 Marzo (2) Adelaide Spallino (1) Afghanistan (2) AIDS (2) AIVITER (1) Alessandra Bocchetti (1) Amazzonia (1) Amnesty International (4) Anita-nonewsgoodnews (1) ANSA (1) antifascismo (1) Antonio Rodriguez Menendez (3) Audre Lorde (1) avvelenamento (1) Ayat al-Ghermezi (1) Bahrain (1) Ballard (1) Bartleby (1) Battisti (1) biblioteche veneziane (6) blog (22) blogger (2) Bomprezzi (2) Book bloc (1) Boscimani (1) Botswana (1) Calabria (1) Carlotto (1) Carmelo Pace (1) Carmilla (1) carmillaonline (2) Carta dei diritti della Lettura (6) CasaPound (1) Censura mediatica (3) citizen journalism (1) Ciudad Juarez (2) Coisp (1) Congo (2) contrassegno per portatori di handicap (1) Corriere della Sera (1) Costituzione (2) CREPE (1) crisidimenticate.it (2) Cure palliative (2) diamanti (1) dignità (6) Diritti dei morenti (2) Diritti umani (16) diritto all'acqua (1) disabilità (4) Donazzan (6) donne (10) donne che dicono Basta (2) Donne di carta (6) dossier (1) ecomafia (1) elezioni (1) Emergency (26) energia (1) Fahrenheit (1) Farc (1) Femminicidio (4) Fondazione Floriani (2) Gaetano Badalamenti (3) Ginsborg (1) Giorgia Vezzoli (1) Giornalettismo.com (2) Giornata della memoria per le vittime del terrorismo (3) Giornata delle malattie rare (1) Giornata internazionale contro la violenza sulle donne (1) Giorno della memoria (1) Giovanna Cosenza (1) Giulia Innocenzi (1) Global Voices (1) greenreport.it (2) Grimaldi (1) Hannah Arendt (1) Il Fatto (2) Il Sole 24 ORE.com (3) Immigrazione (7) Info (23) informazione (71) INFORMAZIONE LIBERA (2) infotainment (1) inquinamento del mare (1) internazionale El Paìs (1) io non ci sto (7) ioscrivo (14) Iran (1) Italia (18) Kalahari (1) L'espresso (2) L'Unità (1) La fine dell'isola felice (1) La Repubblica (8) La Stampa (3) las personas-libro (2) Lav (1) LEDHA (1) Legambiente (2) legge 4 maggio 2007 n.56 (2) Lester Brown (1) Libera (1) libertà di stampa (3) Libia (1) Lipperatura (2) Lipperini (7) Lo sbarco (1) Lucarelli (1) Madre de Dios (1) mafia (5) malattie tropicali (2) malnutrizione (2) Manifestazione piazza S.Giovanni (5) manifestazioni studentesche (1) mare (1) Marton (2) massacri (1) Medici senza frontiere (2) Messico (1) micromega (2) Monsanto (1) MSF (2) Murgia (2) narcos (1) ndrangheta (1) Nigeria (1) Oggi scienza (1) olocausto (2) Osservatorio Europeo sulla Sicurezza (1) Pakistan (2) Paolini (4) Paride Costa (2) Peacereporter (17) Peppino Impastato (3) persone libro (3) Perù (1) Piano B 4.0 (1) Poesia (1) Poetry Attack (2) Preganziol (3) Presseurop (1) Primo Levi (1) prostituzione (1) Proteste (8) Proyecto Fahrenheit 451 (4) Razzismo (1) rifiuti tossici (2) Rivoluzione (1) Rivoluzione culturale (2) rlwebradio (21) Rodotà (1) RSF (2) Saviano (5) Scarpa (1) schiavitù (2) Sciopero (2) scorie radioattive (1) scrittori contro il rogo (1) se non ora quando (5) Sepulveda (1) sesso e disabilità (1) sfruttamento (2) Shirin Ebadi (1) Sicilia (1) Siria (1) SMA (1) Somalia (2) sostenibilità (2) Speranzon (2) SpoletoCITY (1) Sri Lanka (2) Sudan (4) Survival (1) Susana Chávez (1) Tal al-Mallouhi (1) terremoto Abruzzo (2) testimonianze (5) tg24 - sky.it (1) The New York Times (1) tortura (1) Treviso (2) Udc (1) uguaglianza giuridica (1) USA (2) Veneto (5) video (4) Vita da streghe (1) Vita.it (1) Wu Ming (2) Wu Ming Carmilla (1) Yemen (2) Zaia (1) Zamberlan (2)
Si è verificato un errore nel gadget

Visitate!